Janine Jansen

Home Scarica foto Video

Con un'invidiabile reputazione internazionale, la violinista Janine Jansen lavora regolarmente con le più eminenti orchestre e direttori del mondo. In questa stagione è “Perspectives Artist” alla Carnegie Hall di New York dove esegue diversi concerti e programmi di musica da camera per tutta la stagione, mentre i tour sono programmati con Royal Concertgebouw Orchestra / Gatti, London Symphony Orchestra (con Michael Tilson Thomas e Semyon Bychkov) e Deutsche Kammerphilharmonie / Paavo Järvi.

Altri momenti salienti di questa stagione sono gli impegni con la Filarmonica di Berlino (Paavo Järvi), la Filarmonica di Monaco (Zubin Mehta), la Staatskapelle Dresden (Antonio Pappano), l'Orchestra di Philadelphia e la Filarmonica di Rotterdam (Yannick Nézet-Seguin), la Filarmonica Ceca (Jakob Hrusa), la Filarmonica di Oslo e Vienna Symphony (David Afkham), Royal Stockholm Philharmonic (Karina Canellakis) e Iceland Symphony (Daniel Blendulf).

Sarà anche in Estremo Oriente e in Australia, con le orchestra di Singapore, Sydney e New Zealand Symphony.

Appassionata musicista da camera, Janine si unisce a Mischa Maisky, Martha Argerich, Itamar Golan e Lily Maisky per un importante tour europeo di musica da camera. Esegue numerosi recital in tutta Europa con i pianisti Alexander Gavrylyuk, Elisabeth Leonskaja e Kathryn Stott. Come parte della sua Perspectives Series alla Carnegie Hall, eseguirà il "Quartet for the End of Time" di Messiaen con Lucas Debargue, Torleif Thedéen e Martin Fröst. In questo contesto eseguirà anche la prima americana del Concerto per violino di Michel van der Aa con Philadelphia Orchestra e Nézet-Seguin. Altri concerti alla Carnegie Hall includono un programma da camera con Jean-Yves Thibaudet e il Dover Quartet.

Janine registra in esclusiva per Decca Classics dal 2003 – debutta con le Quattro Stagioni di Vivaldi, riscuotendo sempre un enorme successo nelle classifiche musicali digitali. La sua ultima uscita, con Antonio Pappano, presenta il Concerto per violino n. 1 di Bartok con la London Symphony Orchestra e il Concerto per violino di Brahms con l'Orchestra dell'Accademia Nazionale di Santa Cecilia. Altri punti salienti della sua discografia includono una registrazione del Concerto per violino di Prokofiev n. 2 con la London Philharmonic Orchestra e Vladimir Jurowski, Beethoven e Britten con Paavo Järvi, Mendelssohn e Bruch con Riccardo Chailly, Ciajkovskij con Daniel Harding e un album di Concerti di Bach con il suo stesso ensemble. Janine ha anche pubblicato numerosi dischi di musica da camera, tra cui il Quintetto per archi di Schubert e Verklärte Nacht di Schoenberg, le Sonate di Debussy, Ravel e Prokofiev con il pianista Itamar Golan.

Janine ha vinto numerosi premi, tra cui quattro Edison Klassiek Awards, quattro premi ECHO Klassik, il Preis der Deutschen Schallplattenkritik, NDR Musikpreis per gli eccezionali risultati artistici e il Premio Concertgebouw. Ha ricevuto il VSCD Klassieke Muziekprijs per la realizzazione individuale e il Royal Philharmonic Society Instrumentalist Award per spettacoli nel Regno Unito. A settembre 2015 è stata insignita del Premio MusikFest di Brema. Janine ha studiato con Coosje Wijzenbeek, Philipp Hirshhorn e Boris Belkin.

Nel 2003 Janine ha fondato l'enorme Festival internazionale di musica da camera di Utrecht. Dopo 13 anni Janine ha lasciato la sua posizione di direttore artistico nel giugno 2016 e ha nominato la violoncellista Harriet Krijgh come sua successore.

Janine Jansen suona il violino Stradivari del 1707 "Rivaz - Baron Gutmann" gentilmente concesso in prestito da Dextra Musica.