Concerto Köln

Home Scarica foto Video Vai al sito

 

Con il suo suono unico, Concerto Köln è da 30 anni tra i gruppi leader della prassi esecutiva storicamente informata. E’ un'orchestra auto-governata, ogni musicista porta un alto grado di responsabilità per il successo dell’ensemble. Mayumi Hirasaki e Shunske Sato, konzertmeister e Lorenzo Alpert, direttore artistico svolgono un ruolo chiave nel processo decisionale interno. I progetti artistici, come le registrazioni di Cd o tour di concerti, nonché la selezione dei musicisti sono discussi e decisi all'interno dell'orchestra.

Tra le novità della stagione 2015/16 vi sono: un grande tour in Germania con il soprano Julia Lezhneva e progetti con Giuliano Carmignola, Mahan Esfahani, Christoph e Julian Prégardien, nonché con il Bavarian Radio Choir diretto da Peter Dijkstra. Concerto Köln è ospite in Norvegia, Francia, Svizzera e alla Nederlandse Opera di Amsterdam con "Ariodante" di Händel con Andrea Marcon. Inoltre, l'ensemble è impegnato dalla serie di concerti Audi estate per l'esecuzione concertante di "Idomeneo" di Mozart diretto da Kent Nagano e nella primavera 2016, va in scena la prima di "Veremonda" di Cavalli sotto la direzione di Gabriel Garrido presso il Schwetzinger Festspiele.

Tra i direttori di rilievo con cui Concerto Köln ha recentemente collaborato vi sono Ivor Bolton, Pablo Heras-Casado, Daniel Harding, Marcus Creed così come Laurence Equilbey e Emmanuelle Haïm. La collaborazione di lunga data con René Jacobs è documentata da diverse registrazioni di CD premiati tra cui "Così fan tutte" di Mozart, "Saul" di Handel e "Cleopatra e Cesare" di Graun. L'ensemble vanta una discografia di oltre 70 registrazioni, la maggior parte dei quali si distinguono con premi come il ECHO Klassik, il Grammy Award, il Premio della Critica tedesca, il MIDEM Classic Award, il Choc du Monde de la Musique, il Diapason d'Année e il Diapason d'Or. Dal 2008, Concerto Köln mantiene stretti legami con l'etichetta Berlino Classics, ma rimane attiva anche con altre etichette. L'ultimo CD con opere di Avison e Scarlatti continua l’esplorazione  e la rinascita di compositori dimenticati come Joseph Martin Kraus, Evaristo Felice Dall'Abaco e Henir-Joseph Rigel. L'acclamata riscoperta dell’ "Artaserse" di Vinci (Virgin) con Philippe Jaroussky, ha attirato l'attenzione internazionale. Le recenti registrazioni dei Concerti per violino di Bach con Giuliano Carmignola (Archiv), Concerti per violino di Haydn con Midori Seiler (Berlin Classics), e il progetto di Mahan Efahani, "Il tempo presente e tempo passato" che unisce Scarlatti e Bach con Gorecki e Steve Reich - sono un'ulteriore testimonianza vasta gamma stilistica di Concerto Köln. Inoltre, i "Concerti Brandeburghesi", pubblicati nel 2014 (Berlin Classics) hanno avuto un successo di critica.

Altri partner musicali di Concerto Köln sono Cecilia Bartoli, Vivica Genaux, Simone Kermes, Nuria Rial, Rosemary Joshua e Johannette Zomer, Andreas Scholl, Maarten Engeltjes, Bejun Mehta e Coarlos Mena, Werner Güra, Christoph e Julian Prégardien, i pianisti Andreas Staier e Alexander Melnikov, il violinista Giuliano Carmignola, così come l'Ensemble Sarband, il Bathasar-Neumann Choir, i cori WDR, NDR e BR, Collegium Vocale Gent, il Swedish Radio Choir, il Regensburger Domspatzen, il RIAS Chamber Choir, Accentus e Arsys de Bourgogne.

Come ambasciatrice culturale dell'Unione Europea (2012), l'Orchestra è un perno della vita musicale di Colonia e la sua regione, Nord Reno-Westfalia.